skip to Main Content
IRBM Condivide La Propria Esperienza Nello Sviluppo E Nel Mantenimento Dei Piani Di Continuità Aziendale Durante L’epidemia Di COVID19

IRBM condivide la propria esperienza nello sviluppo e nel mantenimento dei piani di continuità aziendale durante l’epidemia di COVID19

Mentre il mondo si ritrova a fare i conti con la terribile diffusione della pandemia del Covid19 e come questa possa modificare drasticamente le abitudini delle persone, delle società e persino delle nazioni, il nostro pensiero è rivolto a tutti coloro che sono stati colpiti da questo evento senza precedenti e elogiamo il coraggio di chi combatte in prima linea per il contenimento del virus.

Quando il virus iniziò a diffondersi in Italia, le istituzioni e le persone, non sapevano come gestire l’epidemia. Soltanto grazie alla tempestiva e rigorosa adesione alle misure emanate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dalle Autorità nazionali, unitamente ad un ambiente collaborativo e di supporto reciproco in IRBM, abbiamo potuto far fronte all’enorme impatto del virus. E’ per questo che vogliamo aiutare le altre imprese nel mondo con dei consigli utili a fronteggiare questa situazione in rapida evoluzione condividendo ciò che abbiamo imparato.

  1. La sicurezza di tutti i dipendenti deve essere la massima priorità aziendale;
  2. Occorre formare una Squadra di Prevenzione COVID-19 composta da rappresentanti di ogni dipartimento aziendale, inclusi quelli delle Risorse Umane e di Qualità e Sicurezza. La Squadra di Prevenzione COVID-19 deve essere fortemente motivata e profondamente impegnata nel fronteggiare l’epidemia. La Squadra deve essere sufficientemente flessibile a attivare ed adottare misure interne atte a contenere il virus, in accordo con l’implementazione delle misure emanate a livello nazionale e internazionale. La Squadra deve essere soprattutto collaborativa con il resto dell’organizzazione aziendale;
  3. La Squadra di Prevenzione COVID-19 deve monitorare ed applicare tutte le direttive promulgate dalle Autorità Pubbliche ed esser pronta ad aggiornare i piani di azione aziendali al mutare delle condizioni. La Squadra è incaricata di assicurarsi che l’azienda adotti tutte le misure necessarie a prevenire e contenere la diffusione del COVID-19, di condividerle con i dipendenti, di vigilare sulla loro corretta attuazione e di essere il punto di riferimento per tutti i dipendenti e i collaboratori;
  4. La Squadra deve essere investita del potere di prendere decisioni immediate finalizzate alla protezione dei dipendenti e garantire la loro sicurezza. Ciò include, laddove sussista un rischio o un potenziale rischio di contagio, il potere di negare l’accesso in azienda a dipendenti o collaboratori esterni o imporre ai dipendenti di restare a casa indipendentemente dall’anzianità di servizio del dipendente o dall’importanza del visitatore;
  5. La Squadra deve essere incaricata dell’adozione di un Piano di Prevenzione COVID-19, redatto secondo le restrizioni specificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, le misure adottate a livello nazionale e quelle concordate tra le aziende del settore di riferimento;
  6. La Squadra deve monitorare con particolare attenzione la situazione e le direttive fornite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dalle altre Autorità Pubbliche, nonché essere pronta a modificare il Piano di Prevenzione come richiesto con la massima tempestività;
  7. L’impresa deve assicurarsi che tutte le misure, le comunicazioni e gli aggiornamenti siano promulgati da un’unica fonte ufficiale – suggeriamo di creare un indirizzo e-mail ad hoc (covid19@….);
  8. Fare obbligo a tutti i dipendenti di informare immediatamente la Squadra in caso di influenza, raffreddore o sintomi influenzali, ed essere pronti a consentire che gli stessi restino a casa;
  9. Verificate che tutti i dipendenti siano in condizione di lavorare in sicurezza, mantenendo gli uni dagli altri la distanza minima indicata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (attualmente un metro); raccomandategli di mantenere sempre questa distanza o una maggiore;
  10. Adottare un modulo di accesso COVID-19 con specifiche restrizioni per consentire un accesso sicuro al personale esterno;
  11. Lo smart-working è fondamentale per l’impresa: accertartevi che il Dipartimento IT sia in grado di attivare il lavoro in remoto;
  12. Raccomandiamo fortemente che tutte le riunioni si svolgano in video o teleconferenza, indipendentemente se tra dipendenti e con collaboratori esterni;
  13. Incoraggiare il regolare svolgimento di riunioni on-line tra i dipendenti per favorire un ambiente collaborativo e di supporto;
  14. Analizzare e, laddove necessario, modificare la catena di rifornimento aziendale, al fine di garantire l’approvvigionamento di reagenti e materiali;
  15. Prevedere spese straordinarie al di fuori del budget annuale;
  16. Assicurarsi che tutto il personale comprenda che non sono permessi assembramenti, neppure in piccoli gruppi, in nessuna area dell’azienda. Per questo motivo siate pronti a chiudere la caffetteria, la mensa e gli spazi adibiti a scopi similari;
  17. Assicurarsi che la comunicazione sia sempre efficace e che il personale sia sempre e completamente consapevole delle misure in vigore in azienda;
  18. Essere pronti a dare supporto ai dipendenti rispetto alle necessità lavorative e familiari.
Back To Top